Archive for the ‘Uncategorized’ Category

Ma che bella pensata….

venerdì 12 settembre 2008

Matarrese: «Se necessario costruiamo celle negli stadi»

In tutto il mondo si costruiscono stadi sempre più grandi e a misura di famiglia, con negozi, bar, musei e tutto ciò che può favorire la frequentazione di questi ambienti a tutti.

E lui cosa propone? Di metterci delle celle. Per fare cosa? Per combattere la violenza negli stadi. E quando gli chiedono se si può importare in Italia il modello inglese, risponde che loro hanno un’altra cultura.

Ma si rende conto di quello che dice? Io non penso affatto che sia questione di cultura. Forse basterebbe “semplicemente” fare in modo che chi delinque ne paghi le conseguenze, anzichè restare impunito, come è capitato anche per chi ha devastato i treni ultimamente.

Mi pare che anche in questo caso si stiano a cercare soluzioni fantasiose per non affrontare alla radice il problema.

Rai.tv – Finale di Champions League

mercoledì 21 maggio 2008

Purtroppo non ho la possibilità di vedere la finale in televisione, a causa di alcuni lavori in casa che hanno messo fuori uso l’antenna, O meglio, l’unico canale importante che non ricevo è… indovinate? Ma Raiuno, ovviamente.
Ebbene, idea magnifica (della mia ragazza, in realtà): perchè non collegarsi sul sito della Rai, dove il match dovrebbe essere trasmesso?
Perfetto, mi attrezzo sul divano, mi preparo ad accedere il sito Rai.tv e questa è la home page che mi si presenta:

Ottimo, non mi resta che cliccare per godermi lo spettacolo della finale. Ed ecco puntuale aprirsi davanti ai miei occhi….

Splendido vero? Beh, che dire? Non vedo l’ora di sposarmi (tra due mesi, peraltro) per pagare il canone!!!!

Rai: di tutto di più?

Presenze… un pò assenti

martedì 26 giugno 2007

Ieri sera non c’era molto in tv, così sono incamppato per caso in un reality, “Presenze”, in onda su Sky Vivo. Vi allego una breve descrizione, trovata in rete.

Il 31 ottobre, per la notte di Halloween, torna su SKY Vivo Presenze, la terza edizione di un viaggio tra le dimore e i castelli d’Italia per rispondere alla domanda: “esistono i fantasmi?”.
Il programma, condotto da Federica Gentile si avvale di una nuova squadra: il sensitivo Maurizio Bonfiglio, lo storico Adorno Adorni Braccesi, e i tecnici Matteo Stoppini e Marco Ragni.
Le percezioni del sensitivo verranno confrontate con i risultati delle rilevazioni fatte con mezzi tecnici speciali, in grado di registrare fenomeni audio e video non percepibili dall’uomo. Presenze coinvolgerà il telespettatore, sia quello “credente” sia quello più scettico.
Nella 1° puntata Federica Gentile, Maurizio Bonfiglio e la squadra di Presenze 3 si recano a Triora, in provincia di Imperia. In questo luogo situato nell’alte valle Argentina, nel 1587, a causa di voci popolari, iniziò un processo per stregoneria a una ventina di donne. Ancora oggi “il borgo delle streghe” conserva molte tracce di quella tragica vicenda…

Che dire, un vero spasso! E’ stato divertente sentire questi presunti “esperti” parlare utilizzando termini peudo-tecnici, cercando di imitare quella che doveva essere una sorta di indagine scientifica.
Spero che non ci siano persone che realmente credono a queste finzioni, predisposte ad hoc per intrattenere il pubblico su un argomento tra i più intriganti, il paranormale.

Unica nota positiva di questo programma è il viaggio attraverso i castelli italiani, davvero splendidi.

Il mio secondo primo giorno

martedì 16 gennaio 2007

Questo bel titolo (sì, in effetti mi piace un sacco) evidenzia il fatto che ieri è iniziata per me una nuova avventura lavorativa, di cui vi parlavo in un post precedente. Che dire, per il momento non ho ancora le idee chiare, sono un pò frastornato dal cambio radicale di ambiente e non mi sono ancora ambietato.
Di sicuro mi piace la prospettiva di lavorare in una realtà grande e complessa come quella di RCS, spero di poter fare davvero una bella esperienza, umana e professionale.
Per il momento mi fermo, prossimamente vi aggiornarò riguardo alla mia “situazione”, conto di avere le idee almeno un pochino più chiare.

Chi muore (Ode alla vita)

mercoledì 10 gennaio 2007

Ho conosciuto di persona il capo della mia fidanzata ad una cena prima di Natale: ho avuto l’impressione che si tratti di una pesrona estremamente interessante, che certamente non può passar inosservata.
Ebbene, al ritorno dalle ferie ha spedito una bellissima email ai suoi dipendenti e Paola (la mia ragazza, NdA) ha pensato bene di mostrarmela. Oltre alle belle parole, era allegata anche una poesia di Pablo Neruda che mi è piaciuta tantissimo e che voglio quindi condividere con voi:

Lentamente muore
chi diventa schiavo dell’abitudine
ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi
chi non cambia la marcia
chi non rischia e cambia colore dei vestiti
chi non parla a chi non conosce.

Lentamente muore
chi evita una passione
chi preferisce il nero su bianco
e i puntini sulle “i” piuttosto che un insieme di emozioni
proprio quelle che fanno brillare gli occhi
quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso
quelle che fanno battere il cuore davanti all’errore e ai sentimenti.

Lentamente muore
chi non capovolge il tavolo
chi e’ infelice sul lavoro
chi non rischia la certezza per l’incertezza per inseguire un sogno
chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati.

Lentamente muore
chi non viaggia
chi non legge
chi non ascolta musica
chi non trova grazia in se stesso.

Lentamente muore
chi distrugge l’amor proprio
chi non si lascia aiutare
chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.

Lentamente muore
chi abbandona un progetto prima di iniziarlo
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce
chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi
ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare.
Soltanto l’ardente pazienza portera’ al raggiungimento di una splendida felicita’.

Pablo Neruda

Mi è piaciuta tanto, soprattutto perchè mette in evidenza il fatto che purtroppo spesso, nel corso della nostra vita, è molto forte la tentazione di adagiarci nelle comodità, nelle abitudini, nelle situazioni che “non ci creino troppi grattacapi”.
Questo modo di guardare la vita ci porta alla “morte” perchè ci impedisce di alzare lo sguardo su quelli che sono gli obiettivi e il significato della nostra esistenza, senza cercare i quali finiamo semplicemente con il sopravvivere, vittime di una paralisi dell’anima dalla quale è sempre più difficile uscire.

Buon anno, fratello, buon anno davvero!

lunedì 8 gennaio 2007

Con questa citazione da una canzone di Jovanotti torno a scrivere sul mio blog per augurare a tutti un buonissimo anno. Il 2007 si è aperto per me in maniera molto buona, le premesse sembrano davvero quelle di un anno impegnativo, con tanti traguardi da raggiungere e tanto lavoro da svolgere, ma anche con tanto entusiasmo e tante energie da spendere per centrare gli obiettivi che mi sono prefisso.

Pertanto, auguri a tutti, che possa essere un anno in cui ognuno di voi possa trovare il modo di giocarsi sempre più nell’avventura che ci accomuna, quella della vita!

Nuovo progetto

lunedì 18 dicembre 2006

Beh, oggi mi hanno comunicato due notizie, una buona e una un pò meno. Quella meno buona è che la prossima settimana dovrei lavorare, il che significa che si parte per la vacanza a Capizzone un pò in ritardo (qualcuno sarà contento, vero Oscar e Fra?). La buona notizia è che dal 15 gennaio inizierò a lavorare ad un nuovo progetto (di cui mi sono ancora oscuri i dettagli) per il sito del Corriere della sera. Non vedo l’ora di iniziare, penso che sarà una bellissima occasione di fare esperienza, cosa che in questo momento per me vale moltissimo. Un ottimo inizio per il prossimo anno, non c’è che dire!

Il perchè del logo

lunedì 11 dicembre 2006

Il mio primo post (a parte ovviamente quello di presentazione) vorrei dedicarlo al logo del blog. In effetti si tratta di un’immagine ad hoc che ho composto per l’occasione. Ma perchè proprio il girasole e il cielo azzurro? Ecco la spiegazione, attraverso le parole di una persona specialissimissima della mia vita!!!!

“Il girasole è l’allegria, la solarità, la gioia di vivere, va verso l’alto, sempre volto verso il sole e verso qualcuno che sta sopra di noi e si merita sempre la nostra attenzione e il nostro sorriso, sia se le cose vanno bene, sia se vanno un pò storte…..”

Ciao a tutti!

venerdì 8 dicembre 2006

Molto tempo è passato dalla volta in cui iniziai a pensare di aggiungermi alla schiera di milioni di blogger che nel mondo condividono una parte dei loro pensieri con il resto dell’umanità. Anche io quindi voglio cimentarmi in questa realtà, sperando che la scrittura possa aiutarmi a conoscere meglio me stesso, grazie al contributo di tutti coloro che vorranno leggere e commentare i miei post.
Bene, quindi non mi resta che iniziare! SI PARTE!!!